18-06-2018

IL PRETE DELLA CHIESA DEL PURGATORIO DI IBLA RICATTATO DA IMMIGRATO CON CUI AVEVA AVUTO RAPPORTI SESSUALI NON POTRA’ PIU’ CELEBRARE LA MESSA

Con riferimento alle notizie che riguardano l’anziano parroco della parrocchia del Purgatorio in Ragusa, il vescovo di Ragusa monsignor Carmelo Cuttitta, a nome suo e della Chiesa ragusana, esprime dispiacere per la incresciosa vicenda che ha visto protagonista e vittima un sacerdote che, in un momento di debolezza e fragilità, è venuto meno alla testimonianza dei valori che ha sempre professato e in cui ha sempre creduto. “Avendo manifestato, – continua il Vescovo – fin dal primo momento, il pentimento, è stato avviato ad un percorso di accompagnamento spirituale in vista del superamento del suo profondo turbamento interiore, in un’ottica di carità e misericordia che tende al recupero delle motivazioni che hanno accompagnato il suo ministero sacerdotale”.

Notte difficile sulla Aquarius, mare grosso e vento forte, assistite almeno 80 persone col mal di mare

Continua la navigazione verso Valencia della nave Aquarius, gestita in collaborazione da Medici Senza Frontiere (MSF) e SOS Mediterranee, che al momento si trova a circa 30 miglia nautiche al largo della Sardegna con 106 persone soccorse rimaste a bordo, dopo il trasferimento di 523 persone sulle navi italiane. Le condizioni meteo sono state molto dure durante la notte, con onde fino a 4 metri e vento a 35 nodi. Il team medico di MSF ha assistito almeno 80 persone con sintomi da mal di mare, tra cui donne incinte e una neo-mamma che allattava il suo bambino. La maggior parte delle persone ha dormito nel riparo allestito all’interno della nave per proteggerle dal vento. “È stata una notte molto dura, il mare era grosso e la maggior parte delle persone ha avuto il mal di mare. Stamattina molte di loro stanno ancora male, ma la situazione è più serena. Le persone sono nel riparo e si stanno riprendendo dalla nottata. Abbiamo distribuito arance, barrette di cereali, cornetti e thè freddo forniti ieri dalla Guardia Costiera Italiana e le condizioni del mare sono leggermente migliori” racconta Aloys Vimards, capo progetto di MSF a bordo della Aquarius. Per evitare il mare avverso, sotto le indicazioni della Guardia Costiera Italiana (MRCC), la Aquarius ha cambiato rotta e navigherà, insieme alle navi della Guardia Costiera e della Marina italiana, lungo la costa orientale della Sardegna. A bordo ci sono 52 donne, 10 bambini e 45 uomini, tra cui persone trattate per sindrome da annegamento o con gravi ustioni da carburante e acqua salata. Dichiara la dott.ssa Claudia Lodesani, presidente di MSF: “I nostri amici, colleghi, con 106 persone esauste e vulnerabili e tante altre sulle navi delle autorità italiane, sono da giorni in mare, stanotte con onde alte e vento forte, in una lunga e assurda traversata verso la Spagna. Nel frattempo la zona di ricerca e soccorso resta sempre più scoperta, 41 persone sopravvissute a un naufragio recuperate da una nave americana sono restate per ore in attesa che qualcuno se ne assumesse la responsabilità, 12 cadaveri sono rimasti in mare”. “Sotto gli occhi del mondo intero, – continua – questo braccio di ferro sulla pelle delle persone mette gravemente a rischio il sistema di ricerca e soccorso, che risponde all’obbligo del diritto internazionale e marittimo di salvare vite in mare. Un sistema a cui le organizzazioni umanitarie hanno offerto il proprio aiuto, supportando la Guardia Costiera italiana nel salvare vite, per colmare il drammatico vuoto lasciato dagli Stati Europei”. Medici Senza Frontiere è scesa in mare nel maggio del 2015 per rispondere a un inaccettabile numero di morti in mare, 1200 in due settimane nell’aprile 2015, dopo la chiusura dell’operazione italiana Mare Nostrum. Da allora MSF non ha mai smesso di chiedere vie legali e sicure per le persone in fuga verso l’Europa e l’avvio di un sistema di ricerca e soccorso concordato a livello europeo. Dall’inizio delle proprie attività in mare MSF ha contribuito a salvare oltre 75.000 vite nel Mediterraneo centrale, nel rispetto del diritto marittimo e sotto il coordinamento della Guardia Costiera italiana.

CINEMA LUMIERE RAGUSA

Arriva al cinema Lumière la commedia con Valerio Mastandrea “Tito e gli alieni” che sarà proiettato da venerdì 15 a mercoledì 20 giugno, con orari 18:30 e 21. Tito e gli alieni, il film diretto da Paola Randi, parla di un Professore, per l’esattezza uno scienziato napoletano, che vive isolato dal mondo in una casa mobile nel deserto del Nevada, accanto all’Area 51. Il suo unico contatto con il mondo esterno, nonché unica fonte di brio all’interno della sua vita, è Stella (Clemence Poesy), una giovane wedding planner che organizza matrimoni per i turisti a caccia di alieni. La sua esistenza solitaria viene sconvolta dall’arrivo dei due nipoti da Napoli: Anita (Chiara Stella Riccio) di 16 anni e Tito (Luca Esposito) di 7, che il fratello Fidel (Gianfelice Imparato) gli ha affidato prima di morire. Lunedi 18 giugno riposo settimanale.

 

Comiso, tunisino allontanato dalla famiglia:  aveva minacciato di uccidere la figlia contraria ad un matrimonio combinato in Tunisia

Le indagini della Polizia sono scaturite a seguito della denuncia dell’uomo per l’allontanamento da casa della figlia minore, di 16 anni, probabilmente a causa di un litigio scaturito con la madre per futili motivi. Gli agenti di Polizia hanno rintracciato la ragazza che si stava regolarmente recando a scuola con una amica, con la quale aveva anche trascorso la notte senza dare notizia i genitori. Sentendo tra l’altro anche i professori della ragazza, la Polizia ha appurato che la ragazza manifestava la sua riluttanza a fidanzarsi con un ragazzo tunisino di 23 anni, benestante, di conoscenza del padre e residente in Tunisia. La giovane sentita anche con l’ausilio di una psicologa dell’associazione gruppo D più, che gestisce il centro antiviolenza donne di Comiso, ha raccontato di essere impaurita dal comportamento che il padre assume nei suoi confronti e nei confronti della madre; considerate le informazioni acquisite e d’accordo con il Tribunale per i minorenni di Catania, non ritenendosi opportuno che la ragazza fosse riportata a casa, in attesa delle determinazioni dell’AG nei confronti dell’uomo, la stessa era stata affidata temporaneamente ad una famiglia di Comiso. Qualche giorno dopo l’accaduto, mentre la figlia era ancora con la famiglia affidataria, il tunisino ha urlato contro la figlia che l’avrebbe uccisa. Il GIP del Tribunale ha emesso nei confronti dell’uomo una misura cautelare di allontanamento dalla casa familiare nonché il divieto per l’uomo di avvicinarsi alla scuola frequentata dalla figlia o a meno di 200 metri dalla stessa.

Aquarius: Medici Senza Frontiere chiede sbarco immediato delle 629 persone a bordo verso il porto sicuro più vicino

MSF235692(High)La nave Aquarius è ancora ferma nelle acque tra Malta e l’Italia e sta ricevendo rifornimenti sotto il coordinamento della Guardia Costiera Italiana. Le ultime intenzioni dell’MRCC sembrano essere di trasferire 500 persone dalla Aquarius su altre navi, lasciando 129 persone sulla Aquarius, e navigare tutti insieme verso Valencia. Ma sarebbero altri 4 giorni di navigazione per persone già esauste. Per Medici Senza Frontiere l’opzione migliore è sbarcare al più presto le persone soccorse nel porto sicuro più vicino, a Malta o in Italia, e poi trasferirle in Spagna o in altri paesi sicuri per ulteriore assistenza. Per questo MSF chiede agli Stati europei di facilitare lo sbarco immediato delle 629 persone a bordo. MSF ha molto apprezzato l’importante segno di solidarietà della Spagna, che ha offerto Valencia come porto di sbarco. Ma raggiungere la Spagna implica che le persone soccorse, già esauste, dovrebbero sopportare altri quattro giorni di navigazione in difficili condizioni e con il meteo in peggioramento. “Non è possibile rimandare ancora lo sbarco” ha detto il dr. Dan Beversluis, medico di MSF a bordo della Aquarius. “La priorità deve essere di sbarcare immediatamente tutte le 629 persone – tra cui 123 minori non accompagnati, 11 bambini e 6 donne incinte – nel porto sicuro più vicino. La situazione medica a bordo è stabile per ora ma le persone sono esauste e sotto pressione”. Quando le persone soccorse in mare saranno state sbarcate in un porto sicuro, i governi e le istituzioni europee dovranno individuare le migliori soluzioni condivise per supportare i paesi in prima linea come l’Italia che devono gestire gli arrivi di rifugiati, richiedenti asilo e migranti sulle proprie coste. “Negare lo sbarco a persone disperate soccorse in mare non può essere considerata una vittoria: è la risposta sbagliata alla mancanza di responsabilità e condivisione degli oneri tra gli Stati membri dell’Unione Europea” dichiara Aloys Vimard, coordinatore di MSF a bordo dell’Aquarius. “Tutti i governi e le istituzioni europei devono entrare in azione e sostenere i paesi che sono in prima linea a gestire gli arrivi dal mare, come l’Italia, per garantire soluzioni condivise e porre fine all’inaccettabile silenzio e inazione degli Stati europei.” MSF è particolarmente preoccupata per diversi pazienti con sindrome da annegamento e ipotermia che erano stati rianimati. Questi pazienti vengono monitorati attentamente perché potrebbero sviluppare rapidamente seri problemi polmonari per aver aspirato acqua di mare. Ci sono 21 pazienti con gravi ustioni chimiche dovute alla prolungata esposizione al mix di carburante e acqua salata. Questi pazienti sono stabili ma avranno bisogno di medicazioni continue nei prossimi giorni e settimane. Infine, ci sono diversi casi ortopedici gravi con infezioni associate che richiedono una valutazione chirurgica immediata e interventi che MSF non è in grado di fornire sulla nave. Le 629 persone a bordo dell’Aquarius sono state soccorse nella notte tra sabato e domenica, in sei diverse operazioni di salvataggio e trasferimento nell’arco di 9 ore, tutte sotto il coordinamento della Guardia Costiera Italiana. Il soccorso di 2 gommoni è diventato critico quando uno dei due è collassato nel buio e oltre 40 persone sono finite in acqua, poi recuperate dal team di soccorso. Dopo aver recuperato di 229 persone da queste imbarcazioni, l’MRCC ha chiesto all’Aquarius di accettare il trasferimento di altre persone che erano state soccorse da navi della marina e della guardia costiera italiana il 9 giugno. L’Aquarius ha ricevuto un trasferimento di 129 persone dalla nave della Guardia costiera italiana (CP 312), poi altre 64 da una seconda nave della Guardia costiera italiana (CP 319) e infine altri 88 sopravvissuti da una terza nave della Guardia costiera italiana (CP 267). Più tardi la nave San Giusto ha aiutato i team dell’Aquarius ad effettuare l’ultimo trasferimento: 119 naufraghi trasferiti dalla nave mercantile italiana MV Jolly Vanadio a bordo dell’Aquarius. L’MRCC italiano ha coordinato tutte queste azioni dal principio e ha assunto la responsabilità del soccorso di tutte queste persone. Ma dopo aver trasferito le persone soccorse dalle navi delle autorità italiane sull’Aquarius, l’Italia ha poi rifiutato di assumersi la responsabilità di offrire un porto sicuro alle persone soccorse.

LE PREFERENZE A RAGUSA, TROMBATI I PIU’ VOTATI

la porta lo destroI due candidati al Consiglio Comunale di Ragusa che hanno ottenuto più voti di preferenza non entreranno in Consiglio. Le loro liste, Ragusa Creativa e Maurizio Tumino Sindaco, non hanno superato lo sbarramento del 5 %, seppur di poco. Si tratta degli uscenti Giuseppe Lo Destro (634 preferenze) e Angelo La Porta (632 preferenze). Saranno invece sicuramente in consigli gli altri tre “più forti”, i riconfermati Mario Chiavola Pd 551 preferenze, Mario D’Asta Pd 527 preferenze e Zaara Federico M5s 525 preferenze. La composizione del Consiglio dipenderà dal vincitore del ballottaggio e da eventuali apparentamenti. Nel Movimento 5 stelle potrebbero essere eletti da un minimo di 5 a un massimo di 14 consiglieri: dopo la Federico hanno ottenuto più voti Sergio Firrincieli 464, Alessandro Antoci 439, Giovanni Gurrieri 422, Filippo Spadola 307, Luigi Martorana 304, Gianluca Leggio 300, Marco Biazzo 247, Graziella Croce 225, Simona Raniolo 223, Roberto Lo Frano 222, Elisea Carbone 195, Sebastiano Zagami 191, Maria Memoria 190. Per la lista Peppe Cassì Sindaco potrebbero essere eletti da un minimo di 3 a un massimo di 14 consiglieri: i più votati sono stati Salvatore Cilia 286 preferenze, Maria Malfa 278, Giovanna Licitra 273, Raimonda Salamone 266, Fabrizio Ilardo 227, Luigi Rabito 226, Sergio Schininà 202, Fabio Bruno 201, Andrea Tumino 192, Gianna Occhipinti 185, Daniele Vitale 184, Luca Rivillito 163, Raniolo Cettina 162, Gianni Mezzasalma 116. Per il Pd che potrebbe portare in consiglio 2 consiglieri, dopo Chiavola e D’Asta i più votati sono stati Gianni Lauretta 381 preferenze e Agata Pisana 347. Nella lista Ragusa Prossima, escludendo eventuali apparentamenti, i consiglieri potrebbero essere due: i più votati sono stati Gianni Iurato 307, Pinuccia Cavalieri 248 e Saro Antoci 242. Lista Insieme, senza apparentamenti, potrebbe eleggere 1 consigliere: i più votati sono stati Giorgio Mirabella 486 preferenze, Elisa Marino 418, Giuseppe Iannizzotto 347.

Solo 5 liste su 23 saranno rappresentate nel nuovo Consiglio Comunale di Ragusa

Nuova immagineLa esagerata presenza di liste per il Consiglio Comunale di Ragusa, 23 con quasi 550 candidati, ha prodotto una ridimensionamento delle forze che saranno presenti nel prossimo consesso civico. A superare lo sbarramento del 5% sono stati il Movimento 5 Stelle con il 19,67 % (6249 voti), la lista Peppe Cassì Sindaco con il 9,92% (3152 voti), il Pd con il 7,99% (2540 voti), Ragusa Prossima di Giorgio Massari con il 6,6% (2098 voti) e Insieme di Maurizio Tumino  con il 5,06% (1607 voti).

A Ragusa sarà ballottaggio Tringali – Cassì. Massari terzo

Nuova immagine (2)Così come preannunciato da noi poco dopo mezzanotte (con appena 9 sezioni su 71) sarà ballottaggio tra Antonio Tringali e Giuseppe Cassì per la carica di Sindaco. Il primo, proposto dai 5stelle, ha ottenuto il 22,67 % dei voti (7942), mentre l’ex capitano della Virtus, sostenuto da una lista civica che ha superato lo sbarramento del 5 % e da altre formazioni che non saranno in consiglio (compresa Fratelli d’Italia e Associazione Partecipiamo), ha preso 7295 voti pari al 20,83%. Il 25 giugno giugno potrebbe essere l’ago della bilancia Giorgio Massari, che è arrivato terzo ottenendo una buona affermazione (5288 voti pari al 15,1%). Flop per gli altri candidati: Maurizio Tumino (5184 voti – 14,8%, Peppe Calabrese 4839 voti – 13,81%, Sonia Migliore 3702 voti – 10,57% e Carmelo Ialacqua 778 voti 2,22%).

Stampare volantini online: la soluzione più semplice ed economica!

printI volantini sono gli strumenti di marketing più utilizzati in assoluto: semplici ed immediati, ormai vengono impiegati sia dalle aziende che dai liberi professionisti, dalle associazioni, dai negozianti e chi più ne ha più ne metta! Il problema dei flyer però è che spesso e volentieri rischiano di essere cestinati senza nemmeno essere letti. Tutti quanti siamo abituati a farlo, e probabilmente sarà capitato anche a voi di trovare la cassetta della posta piena zeppa di volantini pubblicitari. È normale buttarli, anche se una rapida occhiata la diamo sempre. Ecco: è proprio su quella rapida occhiata che dobbiamo concentrarci, perché se riusciamo a catturare l’attenzione immediatamente allora abbiamo molte più probabilità che il nostro flyer venga letto! Sembra un concetto elementare, eppure sono molti coloro che buttano letteralmente via i loro soldi per realizzare dei volantini che non solo non risultano accattivanti ma sono anche brutti da vedere e fanno passare proprio la voglia di scoprire qualcosa di più!

Il segreto per dei flyer di successo: l’immagine

Il segreto per riuscire a catturare immediatamente l’attenzione dei potenziali clienti è quello di realizzare dei volantini che siano non solo belli da vedere ma anche interessanti. Il colpo d’occhio però arriva ancora prima e l’immagine che scegliamo gioca un ruolo fondamentale. Se inseriamo nel nostro volantino una fotografia particolarmente bella e accattivante abbiamo già molte probabilità in più che venga letto. Questo però non è sufficiente, perché noi vogliamo che quel flyer rimanga proprio impresso nella memoria dei nostri potenziali clienti. Dobbiamo quindi fare uno sforzo in più e cercare di trovare una fotografia che li colpisca e indovinate un po’? Il segreto è puntare sull’emotività delle persone. L’immagine deve scatenare una reazione: non importa se positiva o negativa, l’importante è che susciti un’emozione!

Dove stampare dei flyer di qualità economici?

Una volta che abbiamo trovato la fotografia o la grafica perfetta per i nostri flyer possiamo sicuramente dirci a metà dell’opera! A dirla tutta, il peggio è passato perché progettare dei volantini è sempre la cosa più complessa da fare. Se però abbiamo un budget limitato dobbiamo anche preoccuparci della stampa, perché se ci rivolgiamo ad una copisteria locale rischiamo di spendere davvero delle cifre esorbitanti! Ricordate sempre che per dei flyer non vale la pena investire troppi soldi: come abbiamo già detto, il rischio che vengano cestinati non deve mai essere escluso completamente!

Fortunatamente, oggi possiamo affidarci ad una buona tipografia online: il servizio volantini stampa è uno dei più comuni quindi di certo non avremo difficoltà a trovarlo e senza ombra di dubbio i prezzi saranno decisamente più bassi rispetto alla copisteria locale di fiducia!

Le migliori tipografie online offrono diverse possibilità di personalizzazione, anche per quanto riguarda i flyer: possiamo scegliere le dimensioni, le qualità e la tipologia della carta, le eventuali finiture, gli effetti speciali e via dicendo. Possiamo quindi decidere noi se stampare dei volantini lowcost ma comunque di buona qualità oppure spingerci oltre, con prodotti più raffinati ed esclusivi, dal prezzo leggermente più alto ma sicuramente dall’impatto maggiore.

Ragusa, cominciamo dall’ABC: A come ACCOGLIENZA, B come BELLEZZA, C come CREATIVITA’.

001-_DF55873Il progetto di moda etica “Nei Panni dell’Altro”, realizzato dalla cooperativa Rel-Azioni e finanziato dalla Fondazione San Giovanni Battista nell’ambito del progetto SPRAR, torna a raccontarsi alla città di Ragusa e ai suoi tanti visitatori in occasione della manifestazione A Tutto Volume. Per tre giorni, i modelli realizzati da richiedenti asilo ospitati in due centri di accoglienza della città, sotto la guida del direttore artistico Giampiero Carta e con il prezioso sostegno di tanti volontari e sostenitori, saranno esposti  e potranno essere acquistati venerdì 15 e sabato 16 in via Roma (di fronte al negozio Intimissimi) e domenica 17 a Ragusa Ibla,  in piazza Chiaramonte (dalle 10 alle 13) e nel pomeriggio ai Giardini Iblei. Si tratta di gonne, borse, T-shirt, stole e foulard dipinti a mano e ispirati a un’idea di recupero e sostenibilità. I capi sono stati confezionati infatti a partire da stoffe riciclate e possono essere anche realizzati su richiesta. “Nei panni dell’altro”, che opera da febbraio 2017, coniuga creatività e imprenditorialità con il fine di promuovere l’intercultura e dotare richiedenti asilo e protezione umanitaria di strumenti concreti di espressione ed emancipazione economica. Ha visto fino ad ora il coinvolgimento di 35 persone provenienti da Nigeria, Gambia, Ghana, Guinea, Egitto, Pakistan. Nonostante le esigue risorse economiche, ha potuto esistere grazie al supporto di singole persone e realtà commerciali che hanno messo a disposizione materiali e know-how nella convinzione che la cultura dell’accoglienza e della solidarietà debba e possa contrapporsi alla discultura del cinismo e dell’indifferenza. Per saperne di più, visitate la pagina FB https://www.facebook.com/neipannidellaltro/ e instagram. Info: Lavinia Cutello, 330 849862.

Cinema Lumiere Ragusa

lazzao feliceDa venerdì 8 giugno a mercoledì 13 verrà proiettato alle 18:30 e 21:30 “Lazzaro felice”, film di  Alice Rohrwacher con  Adriano Tardioli, Alba Rohrwacher, Palma d’oro a Cannes per miglior sceneggiatura. Lunedì 11 giugno chiusura settimanale. “Lazzaro felice” racconta la storia di Lazzaro, un giovane contadino che non ha ancora vent’anni e sorride alla vita. Anzi, la sua bontà pura e spontanea lo fa a volte sembrare una persona stupida e ingenua, di cui è facile approfittare. Incapace di pensare male del prossimo, Lazzaro non può fare altro che credere negli esseri umani.  È la sua bontà che lo spinge ad approcciarsi al mondo in modo aperto e sereno, un modo che gli uomini da sempre ignorano.

Cresce ancora il mercato dei giochi online. In Sicilia sono in aumento i giovani giocatori problematici

giochi on lineCorreva l’anno 2012 quando i Monopoli di Stato hanno proceduto alla legalizzazione e regolamentazione dei casinò online. Da allora il segmento ha continuato a crescere attirando al contempo un sempre maggior numero di giocatori appassionati di roulette, blackjack, slot machine, baccarat, i giochi più popolari delle varie piattaforme esistenti oggi sulla rete.

Secondo i dati riferiti 2017 riportati nel report annuale dell’Osservatorio del Politecnico di Milano, la spesa nel segmento del gioco online nel nostro paese è cresciuta del 34% toccando la cifra di 1,37 miliardi di euro. Casinò games e scommesse sportive, con 569 e 556 milioni di euro, hanno rappresentato la fetta più consistente in termini di spesa, rispettivamente con il 41,3% e il 40,4% del totale. Il gioco online ha portato complessivamente nelle casse dello Stato 318 milioni di euro (il 29% in più rispetto al 2016), ossia circa un quarto della Spesa.

Gli appassionati dei casinò games sono 879mila (spesa media 54 euro), 611mila giocano ai tornei di poker (10 euro) e 447mila al poker cash (13 euro), 282mila al bingo (8 euro), 153mila sulle scommesse virtuali (6 euro) e 192mila sul Lotto (10 euro). Anche la roulette nella sua versione online continua a mantenere il suo fascino, considerando che assorbe il 21% del mercato complessivo dei casinò digitali, molti dei quali hanno canalizzato la loro attenzione sull’innovative roulette online di Voglia di Vincere, uno dei nuovi operatori del circuito legale AAMS.

Il report riferisce inoltre che il 48% dei giocatori online vive al Sud o nelle Isole, il 22% al Centro e il 30% al Nord. La Campania è la regione che detiene il maggior numero di giocatori attivi, pari al 17% del totale nazionale, seguita dalla Sicilia con il 13% e dalla Lombardia con il 12%.

Altri dati emersi da uno studio sul gioco d’azzardo predisposto dal CNR rilevano che negli negli ultimi 10 anni sono quadruplicati i giocatori problematici: dai 100mila stimati nel 2007 fino ad arrivare ai 400mila stimati nel 2017. Questi diminuiscono tra gli studenti particolarmente nelle Regioni del Centro e Nord Italia, mentre si rilevano purtroppo incrementi in Sicilia, Basilicata, Calabria, Molise ed Abruzzo.

Chi sembra più a rischio di sviluppare problemi relazionate al gioco sono quelli in cerca di prima occupazione (19,2%) e gli studenti (14,1%). Secondo gli ultimi dati elaborati dall’Ifc, in Sicilia la percentuale di studenti fra i 15 e i 19 anni che hanno giocato d’azzardo almeno una volta nell’arco dei dodici mesi del 2017 è di 43,7%.

La percentuale più bassa mai registrata dal 2008. Sembrerebbe una buona notizia ma, in realtà, la Regione rimane comunque la seconda nella graduatoria nazionale, dietro solo alla Campania in cui a cadere nei tentacoli dell’azzardo è il 44,1 per cento dei giovani nella fascia d’età presa in considerazione dall’analisi”, ha commentato Sabrina Molinaro dell’Ifc-Cnr analizzando i dati. “Un altro tasto dolente nell’isola” – continua la ricercatrice- “è la crescita dei giovani giocatori con profili problematici che sono in netto aumento rispetto agli anni precedenti”.

Dal report emerge che i giovani giocano più di tre volte a settimana, spendono più di 50 euro al mese e sono definiti “poligiocatori”, nel senso che praticano più di tre giochi diversi.

“Di quel 43,7 per cento di giovani giocatori d’azzardo, circa il 9 per cento ha un profilo di rischio problematico. Il 4 per cento di tutti gli studenti presi in considerazione dallo studio del Cnr condotto da Ipsad ed Espad”, prosegue Molinaro. Secondo l’esperta dell’Ifc-Cnr “rispetto ai giovani sono state investite risorse e sono stati fatti interventi di prevenzione ed educazione nelle scuole, ma molto meno al Sud dove, appunto, si sono visti minori risultati”.

ARRESTATA L’AUTOMOBILISTA CHE HA TRAVOLTO UCCIDENDOLE DUE PERSONE A MODICA

Polizia e CarabinieriPersonale del Commissariato di P.S. e della Stazione Carabinieri di Modica ha proceduto all’arresto ai domiciliari per omicidio stradale plurimo dell’autrice dell’investimento mortale avvenuto ieri sera in contrada Catanzaro Conca d’Oro. In seguito all’incidente sono morti Rosario Gennuso, di 69 anni, e la sua compagna Olga dell’Ucraina di 56 anni. I due stavano passeggiando quando sono stati investiti da un’auto che ha proseguito il suo percorso senza fermarsi a prestare soccorso. L’automobilista poco dopo si è recata presso il Commissario di Polizia per costituirsi.

Le opzioni binarie sui mercati finanziari

ava tradeEcco un termine che si sente usare molto ultimamente in rete: opzioni binarie. Ma di che si tratta? E da dove viene questa mania per le opzioni? È legale? E offre davvero delle possibilità di guadagno? Gli interrogativi su questo tipo di prodotto finanziario sono ancora molti, e noi cercheremo di rispondervi. Le opzioni sono un prodotto del mercato finanziario in cui il profitto dato da un investimento è una somma fissa prestabilita e in cui l’esito può essere solo o corretto o sbagliato. Proviamo a essere più chiari: un’opzione è una previsione sull’andamento del prezzo di un certo bene venduto sui mercati finanziari, che può essere un’azione, una materia prima, un indice o della valuta. Se la previsione risulta corretta, si guadagna una cifra prestabilita, altrimenti si perde l’investimento. Come potete ben capire, si tratta di qualcosa di completamente diverso dal modo tradizionale di investire in borsa, ed è un sistema che ha avuto il suo boom grazie alle nuove tecnologie per lo scambio in borsa, e in particolare grazie alla possibilità di far scambiare contemporaneamente tantissimi piccoli trader su piattaforme via web. Si tratta di una svolta che si è verificata nel 2008, quando la US Securities and Exchange Commission (http://www.sec.gov/) autorizzò questo tipo di prodotti. Di lì a poco cominciò l’epoca del trading online, che vide una fioritura di piattaforme e la risposta di moltissimi trader, per lo più dilettanti. Grazie alle opzioni binarie tutti possono tentare di fare fortuna in borsa, senza attendere anni prima di veder fruttare un investimento e senza doversi affidare a un esperto della finanza. Ciascuno può farlo per sé. Certo, ovviamente non è tutto rose e fiori e il mondo delle opzioni binarie non è affatto quel paradiso che alcuni siti proclamano. Per guadagnare ci vogliono costanza, dedizione e la consapevolezza di poter perdere il proprio investimento. Non c’è nulla di sicuro. Una volta che si ha questa consapevolezza, occorre affidarsi a un broker sicuro e onesto, e per questo è utile consultare un po’ di recensioni e di opinioni online. Per esempio, qui sul sito eurusd.it si può trovare una recensione del broker TopOption, uno dei più noti e frequentati in Italia. Riguardo all’aspetto legale della vicenda: nel luglio del 2012 la Consob – la Commissione Nazionale per le Società e la Borsa – ha recepito il regolamento europeo e ha reso possibile lo scambio di opzioni binarie anche in Italia, attraverso i broker che hanno ottenuto un’autorizzazione dalle autorità competenti dei paesi UE. Moltissimi broker presentano un’autorizzazione rilasciata dalla CySEC, l’Autorità cipriota per questo tipo di attività. Ora, speriamo di aver fatto un po’ di chiarezza su una questione di cui si parla tanto come quella delle opzioni binarie. Di certo si tratta di un nuovo campo molto interessante per chi ha un interesse per la finanza, a patto ovviamente di scegliere broker affidabili e di non aspettarsi di diventare Jordan Belfort dal giorno alla notte.

CINEMA LUMIERE RAGUSA

downloadDa Giovedì 24 a mercoledì 30 maggio (escluso lunedì 28 maggio) in programmazione alle ore 18:30 – 20:15 – 22:00 “Dogman”, il film di Matteo Garrone con Marcello Fonte (Palma d’oro a Cannes 2018). Dogman racconta la storia cupa e violenta di Marcello (Marcello Fonte). La sua esistenza scorre sempre uguale e indifferente tra le pieghe di in una periferia sospesa tra la grande metropoli e la natura incontaminata. Persona mite e tranquilla, Marcello gestisce un salone di toelettatura per cani. Durante le sue giornate deve destreggiarsi tra il lavoro, la figlia adorata, Sofia, e l’ambiguo rapporto di sudditanza con Simoncino (Edoardo Pesce), un ex pugile da poco uscito di prigione e temuto da tutto il quartiere per i suoi atteggiamenti al limite della follia.

Concerto a Ragusa per Padre Pino Puglisi, prete senza scorta

locandina pino puglisiIl lavoro a cura di don Rino Farruggio dedicato al Beato palermitano verrà presentato il 24 maggio nella chiesa della Badia alle ore 20:30. Sacerdote della Diocesi di Ragusa, don Rino Farruggio è un musicista e autore. Il concerto, ad ingresso libero, è promosso dalla Diocesi di Ragusa in collaborazione con la Fondazione San Giovanni Battista ed il sostegno della Banca Agricola Popolare di Ragusa.

Caso Stefania Campo, corretti gli articoli di Tele Nova. Cade l’accusa di diffamazione.

stefani campo articoloIl Giudice per le indagini preliminari, dott. Giovanni Giampiccolo, ha accolto la richiesta del Pubblico Ministero di archiviazione perché il fatto non sussiste, in seguito alla querela di diffamazione nei confronti di Tele Nova, presentata dall’ex assessore del Comune di Ragusa, oggi deputato regionale, per una serie di articoli pubblicati a partire dal novembre 2015. L’inchiesta condotta dalla giornalista Lina Carpinteri, difesa dall’avvocato Cesare Borrometi, sfociò nelle dimissioni dalla giunta Piccitto dell’assessore alla cultura. Il giudice afferma che “la critica riversata negli articoli di stampa allegati alla querela è basata su dati di fatto sostanzialmente corretti e non falsi, e non presenta toni che sfociano nella gratuita denigrazione ed offesa personale; è stato infatti accertato che, per quanto riguarda il servizio dei letturisti dei contatori del settore idrico, si trattava sostanzialmente di un servizio svolto a cottimo, e che prima del capitolato del 2014 non era stato ‘interessato’ dalla clausola sociale del passaggio dei lavoratori dalla ditta cessata a quella subentrante (tanto è vero che detta clausola è stata mutuata dal settore pulizie, come accertato nel corso delle indagini suppletive); risponde inoltre a verità che: 1) della redazione del capitolato in questione si è occupata la funzionaria Tinè, madre della Campo; 2) lo stesso capitolato non prevedeva una retribuzione fissa, ma solo un obbligo di assunzione; anzi lo stesso capitolato prevedeva un corrispettivo a cottimo per l’azienda aggiudicataria del servizio; 3) gli incontri al bar (con la presenza silenziosa della Campo) e al Comune sono effettivamente avvenuti; 4) detta clausola sociale non è stata resa operativa, o non è stata prevista, in occasione del passaggio del servizio di lettura dalla cooperativa Agos alla Pegaso, che ha assunto, dei tre precedenti lavoratori letturisti, solo il Sottile (ndr marito della Campo)”. Il Gip del Tribunale di Ragusa riferendosi agli articoli di Tele Nova conclude scrivendo che “basata come appare su dati di fatto sostanzialmente veritieri, la critica sviluppata negli articoli in questione – al di là della gradevolezza o meno dei toni usati, che mai comunque si sono tradotti nell’insulto gratuito o in espressioni volgari – non è mai degenerata in offesa dell’altrui reputazione”.

Due ragusani nello spot maltese per Russia 2018

IVAN CASCIONEPer la realizzazione del video dei prossimi campionati del mondo di calcio in Russia la società maltese U*Bet ha scelto due attori italiani dopo aver visionato molti provini: si tratta di Ivan Cascione e Riccardo Jenco. I due ragusani hanno girato il video davanti al parlamento della capitale isolanab La Valletta insieme a Edward Van Gils e Issy Hitman Hamdaoui dello staff del calciatore brasiliano Ronaldinho.

Aggredisce i poliziotti intervenuti in un condominio a Ragusa

ODORUYI GodwinE’ stato tratto in arresto per oltraggio, resistenza, violenza e lesioni personali a pubblico ufficiale Godwin Odoruyi, 43 anni, cittadino nigeriano con regolare permesso di soggiorno per motivi umanitari che, la notte scorsa, in preda ai fumi dell’alcol, ha colpito ripetutamente gli agenti in servizio di Volante accorsi in un‘abitazione del centro. In piena notte è arrivata la chiamata al 113 che segnalava delle urla, probabilmente d’aiuto, provenienti da un’abitazione del centro storico superiore di Ragusa. Gli agenti entrati nell’abitazione da dove provenivano le urla, sono stati aggrediti dal nigeriano che si è scagliato su un poliziotto con pugni e calci, fino a provocargli lesioni personali con prognosi di 5 giorni. Il poliziotto, nonostante le lesioni riportate al torace, è riuscito a bloccare l’uomo, esagitato anche per l’abuso di sostanze alcoliche, e ad assicuralo all’interno dell’autovettura di servizio. L’Ufficio Immigrazione ha avviato la procedura di valutazione in merito alla revoca del permesso di soggiorno.

FLAMENCO IL 19 MAGGIO AL TEATRO DON BOSCO DI RAGUSA

Compagnia GuadalmedinaSabato prossimo ultimo appuntamento per la 23’ Stagione Concertistica Internazionale “Melodica”, diretta dalla pianista Diana Nocchiero, che chiuderà i battenti tra musica e danza con lo spettacolo “Notte Flamenca”, con la Compagnia di Flamenco Guadalmedina, le ballerine Deborah Brancato e Valeria Fiore, il chitarrista e cantaor Marcello Savona e il percussionista Armando Fiore. L’ingresso in sala sabato sarà come sempre alle ore 20, con inizio del concerto alle ore 20.30. Il prezzo del biglietto è di 10 euro, ridotto a 5 per studenti fino ai 25 anni di età (bambini al di sotto degli 8 anni entrano gratuitamente). Info e prenotazioni: Libreria Ubik sita in Via Plebiscito 5 – Ragusa Tel. 0932258423 / 3472313605; associazione Melodica 3334326158 – www.melodicaweb.it.

Scroll To Top
Descargar musica