19-09-2017

Cinema Lumière Ragusa

http _media.cineblog.it_5_54f_venezia-2017-il-colore-nascosto-delle-cose-trailer-foto-e-poster-del-film-di-silvio-soldini-22

Dopo la sosta estiva riapre il cinema Lumière con la proiezione settimanale dell’ultimo film di Silvio Soldini “Il colore nascosto delle cose” con Valeria Golino e Adriano Giannini.  Il film sarà proiettato dal 21 al 27 Settembre alle 18:30 e alle 21:30. Lunedì 25 chiuso. Il film aacconta la storia di Emma (Valeria Golino) che ha perso la vista a sedici anni, ma non si è lasciata inghiottire dall’oscurità: segue i suoi passi corti e incerti lungo le strade accidentate della città, guidata dal bastone bianco che non l’abbandona mai, come la consapevolezza che ogni giorno è una battaglia con qualche inaspettata sorpresa nel mezzo. L’incontro con lo sfuggente Teo (Adriano Giannini) è una delle sorprese che la vita le riserva nel finale, come risarcimento di un divorzio recente più che di un handicap assimilato. Teo è sicuro, avvenente, egoista, concentrato soltanto sulla carriera di “creativo”, salta da un letto all’altro scivolando fuori alle prime luci dell’alba. Teo avvicina l’osteopata per gioco e per scommessa, incuriosito da quella donna originale che coglie le sfumature delle cose senza riuscire a tracciarne i contorni. Una ventata di leggerezza li sorprende, ma quel galleggiare in allegria bruscamente finisce. Ognuno torna alla propria vita, anche se niente sarà più come prima.

NUMERI DA RECORD ALL’AVIS DI RAGUSA, FICARRA RINGRAZIA I DONATORI CON UNA LETTERA

avis2Il dr. Giovanni Garozzo, direttore dell’U.O.C. Trasfusionale dell’Asp di Ragusa,   ha reso pubblici i dati relativi alle donazioni effettuate, che l’Avis di Ragusa ha registrato nel periodo estivo, momento critico per le emergenze, 7753 – a fronte delle 7373 del 2016 –  nel breve arco di tempo  che va dal 1° luglio al 15 settembre. Un risultato straordinario che non fa altro che confermare l’eccellenza di questa Associazione che rappresenta un orgoglio per tutta la provincia iblea. «Volevo ringraziare – ha dichiarato il dr. Garozzo – il personale sanitario e amministrativo dell’Avis per la perfetta organizzazione della convocazione dei Donatori e per la raccolta e il personale del Servizio Trasfusionale per l’altrettanto eccellente lavoro di lavorazione e validazione di tutte le unità pervenute: perfetto esempio di sinergica integrazione tra strutture pubbliche e private”. Alle parole di ringraziamento si è unito anche il Commissario dell’Asp, il dr. Salvatore Lucio Ficarra, che ha voluto scrivere ai donatori AVIS della provincia di Ragusa: “Ancora una volta il Vostro impegno si è dimostrato un sicuro e saldo punto di riferimento per la nostra Azienda e per i pazienti che, con una frase fatta e tuttavia verissima, non vanno in ferie”. Grazie alla grande generosità dei Donatori e alla organizzazione impeccabile dell’Avis  si è  sopperito con successo alle esigenze trasfusionali dei malati e riuscendo anche a supportare alcune criticità espresse da altri sedi, ivi compresa quella presente nella Regione Lazio alla quale sono state inviate  tutte le unità di sangue programmate dal piano delle maxi emergenze, piano che vede nel Servizio Trasfusionale di Ragusa uno dei due Servizi siciliani direttamente coinvolti.

Incidente autonomo sulla Modica Mare. Conducente guidava senza patente

incidente

Incidente stradale ieri sera sulla Via Sorda Sampieri. Un furgone Ford Transit, dopo avere sbattuto prima contro un muro e poi controllo il guard rail che delimita la carreggiata, si è capovolto. I due occupanti, entrambi marocchini, sono riusciti a tirarsi fuori attraverso i finestrini. A parte qualche piccola contusione, sono rimasti illesi. Sul posto è arrivata la polizia che ha disciplinato la circolazione veicolare, i vigili del fuoco, per rimettere su strada il veicolo carico di merce, e la polizia locale per i rilievi. Il conducente, all’arrivo delle forze di polizia non era presente. C’era, però,  un   giovane marocchino che sosteneva di essere il passeggero e che, l’autista si era allontanato per chiamare il carro attrezzi. Dopo circa un’ora si è presentato un extracomunitario la cui versione non convinceva gli agenti del Nucleo di Pronto Intervento della polizia locale che interrogavano l’interessato e che a sua volta si contraddiceva nel descrivere la dinamica. In breve arrivano suoi luoghi altri connazionali e questo alimentava ancora di più le perplessità degli operatori. Dopo oltre un’ora, messo alle strette, uno di questi ammetteva di essere il conducente e di essersi allontanato perchè  sprovvisto di patente di guida. Da ulteriori accertamenti è risultato che l’uomo non aveva mai conseguito il documento. Si tratta di F.B., 37 anni, marocchino, residente a Modica, venditore ambulante. Allo stesso è stata comminata una sanzione, come previsto dall’art. 116 comma 15, di 5000 euro oltre al fermo amministrativo di tre mesi del veicolo.

Al via stasera a Marina di Ragusa la nuova edizione della festa di “Addio all’Estate”

 

iannucci 3

Tutto pronto per dare il via stasera a Marina di Ragusa alla nuova edizione della festa di “Addio all’Estate” organizzata dall’associazione Rusina con il contributo ed il patrocinio del Comune. Si comincerà dunque oggi, venerdì 15 settembre, alle ore 19, in Piazza Duca degli Abruzzi, luogo in cui verrà allestito uno stand per la degustazione di prodotti tipici locali. Più ampio ed articolato invece il programma di domani sabato 16 settembre, giornata clou dell’evento. Alle ore 19, sempre nella piazza centrale della ridente frazione balneare, ci sarà una seconda degustazione di prodotti tipici locali che verranno proposti da due distinti stand. Alle 21 seguiranno una serie di spettacoli con l’esibizione sul palco, appositamente montato per l’occasione, di scuole di danza, del coro di bambini della associazione “Armida”,  della band  locale “I Diamanti” ed alle 23,15, il cabaret  con l’artista  Sasà Salvaggio. La serata di concluderà, come di consueto, con il tanto atteso Festival di fuochi d’artificio in programma, alle ore 0,30, presso il Porto turistico. “L’appuntamento con la festa di  “Addio all’estate” che l’Amministrazione comunale ha voluto promuovere a Marina di Ragusa – dichiara il vice sindaco con delega agli spettacoli  Massimo Iannucci – richiamerà ancora una  volta non solo tantissimi nostri concittadini ma anche molti turisti che ancora numerosi affollano in questo periodo le spiagge della fascia costiera del territorio comunale”.

Ex province: Ragusa, dipendenti sul tetto sede centrale – Consegna certificati elettorali al prefetto per tagli Regione

20170915_103728

Una trentina di dipendenti è sul tetto del Palazzo della Provincia per protestare contro la decisione della Giunta regionale che nel riparto dei 21,5 milioni di euro non ha assegnato i necessari finanziamenti al Libero Consorzio Comunale di Ragusa per evitare il dissesto dell’Ente che comporterà il blocco degli stipendi dei dipendenti e dei servizi. Il riparto della Giunta ha privilegiato solo l’ex provincia di Siracusa per la quale sono stati stanziati 8,3 milioni di euro penalizzando soprattutto Ragusa che ha avuto appena un milione di euro, a fronte di un’esigenza di 7 milioni di euro. I dipendenti riuniti in assemblea spontanea stamani hanno deciso di consegnare i certificati elettorali al prefetto di Ragusa proprio per rimarcare l’ingiusta ripartizione decisa dal Governo regionale che penalizza “un ente virtuoso che ha fatto spending review e che si trova in dissesto strutturale anche per il prelievo forzoso dello Stato che quest’anno è stato di 18,5 milioni di euro”.

OPERAZIONE ANTIMAFIA A VITTORIA, SGOMINATO CLAN “VENTURA”

DSC_0031 (Copy) (2)

Dalle prime ore della mattinata odierna, su delega della Direzione Distrettuale Antimafia della Procura di Catania, i Carabinieri del Comando Provinciale di Ragusa e la Squadra Mobile di Ragusa, stanno dando esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip del Tribunale di Catania nei confronti di pregiudicati di Vittoria, accusati di associazione mafiosa, estorsioni e fittizia intestazione di beni aggravate dalle modalità mafiose. Gli arrestati sono considerati appartenenti al clan “Ventura”, appartenente all’associazione di stampo mafioso denominata “Stidda”. Le indagini hanno permesso di ricostruire l’organigramma del clan, capeggiato dai componenti della famiglia Ventura, accertando che era dedito alle estorsioni in danno di commercianti e imprenditori, i cui proventi venivano reinvestiti in attività economiche lecite.

SVELATI I PRIMI OSPITI DELLA 23ESIMA EDIZIONE DI IBLA BUSKERS, IN PROGRAMMA DAL 5 ALL’8 OTTOBRE PROSSIMO

Hostress

Dal 5 all’8 ottobre a Ragusa Ibla equilibristi, giocolieri, cabarettisti ed acrobati provenienti da tutto il mondo saranno i protagonisti di Ibla Buskers, la festa degli artisti di strada. A Ibla Buskers 2017 il Circo Zoè porterà lo spettacolo “Naufragata”. La magia classica rivivrà in chiave moderna con Julio Opazo, ginnasta, maga e giocolerie che ha girato tutto il mondo prima con il gruppo di ballerini R&B e funk LOS FALCOS che ha conquistato il Cile e poi con il duo Los Chatos, con cui ha entusiasmato il Sud America prima, l’Europa poi per arrivare fino in Corea. A Ragusa Ibla si presenterà con lo spettacolo Play. Saranno invece due clown della compagnia Alta Gama, a bordo di una bicicletta acrobatica, i protagonisti di uno show, uno spettacolo con musica dal vivo ed  acrobazie. Novità di quest’anno poi la presenza di Beatrice Niero, Sara Righetto e Anna Marcato le “Hostress” della 23^ edizione : la loro missione sarà rendere il viaggio dentro il festival piacevole e soprattutto musicale, grazie ad una colonna sonora per ogni occasione per spiccare il volo sulle note di Bach, Bobby McFerrin, Trenet, Beach Boys e Pharrell Williams.

Grazie all’annuncio di Tele Nova, Lucky è stato ritrovato

IMG-20170913-WA0000

La pubblicazione di ieri sera di Tele Nova dello smarrimento di un cane in zona Pianetti a Ragusa ha dato i frutti sperati. Lucky è stato riconsegnato alla sua famiglia. Il commento “E adesso siamo a casa, tutti contenti”!!!

A Ragusa si è perso Lucky

IMG-20170912-WA0003

Un cane di 15 anni si è perso nella zona PIanetti. E’ sordo e si fa prendere. Chi lo dovesse trovare è pregato di contattare il numero 3398614601.

A Ragusa Ibla la presentazione del libro dedicato al sacerdote ucciso dalla mafia il 15 settembre del 1993

 

Pino_Puglisi

Venerdì 15 settembre, alle ore 18.30, presso l’auditorium Santa Teresa in piazza Chiaramonte, si terrà la presentazione del libro “Il primo martire di mafia. L’eredità di padre Pino Puglisi” (edito da EDB, 2016), promossa dall’associazione GLS Giovani Legalità Sport in partnership con Generazione Zero, la FUCI di Ragusa e di Vittoria. Un incontro incentrato sulla figura del sacerdote palermitano che dedicò la sua vita ai giovani, affinché avessero l’opportunità di scappare dall’ambiente criminale in cui erano confinati. Durante l’incontro, preceduto dal salutodi Mons. Carmelo Cuttitta, vescovo di Ragusa, Salvo Ognibene, autore del libro insieme a Rosaria Cascio, discuterà con i cittadini di Ragusa del lavoro e degli insegnamenti di don Puglisi, ma anche dello stato attuale in cui verte il rapporto tra Chiesa e società civile in relazione alla lotta a tutte le mafie. Un appuntamento dedicato al grande esempio di don Puglisi e alla sua preziosa eredità come uomo di fede ed educatore. Il lavoro di don Puglisi, proclamato beato il 25 maggio del 2013, fece sì che decine di ragazzi e bambini trovassero una via di fuga dalla malavita, attraverso attività e giochi. L’impegno profuso, considerato troppo scomodo da Cosa nostra, quando divenne parroco nel quartiere Brancaccio di Palermo, gli costò la vita il giorno del suo cinquantaseiesimo compleanno.

Ragusa, investe una donna di 87 anni sulle strisce pedonali e scappa: rintracciata dalla Polizia pirata della strada

DSC_0005RID STAMPA (1)

Venerdì pomeriggio in Corso Italia una donna trentenne alla guida di una utilitaria ha investito una anziana che transitava sulle strisce pedonali e, senza fermarsi a prestare soccorso, si è data alla fuga. In pochi minuti gli uomini della Squadra Volanti, grazie a un testimone e alle telecamere di videosorveglianza, hanno individuato l’autovettura a Ragusa Ibla e incastrato il pirata della strada. La donna ha detto di non essersi resa conto di quanto fosse accaduto: è stata accompagnata presso gli uffici della Questura di Ragusa, dove al termine degli ulteriori accertamenti è stata deferita all’autorità giudiziaria con l’accusa di fuga in caso di incidente con danno alle persone, reato che comporta una la pena della reclusione fino a 3 anni. Alla donna è stata ritirata ala patente di guida ai fini della sospensione, come sanzione accessoria. La trentenne, della provincia di Ragusa, è risultata negativa agli accertamenti sull’assunzione di sostanze alcoliche ed era alla guida di una utilitaria che presentava regolare copertura assicurativa.

RAGUSA, 23′ STAGIONE CONCERTISTICA INTERNAZIONALE “MELODICA” DEDICATA AL COMPIANTO TOTO’ OTTAVIANO

Foto di repertorio

Il prossimo 21 ottobre, nella consueta location del Teatro Don Bosco, con uno spettacolo dedicato al tango argentino, torna la Stagione Concertistica Internazionale “Melodica. Ben sedici i concerti in programma che da ottobre e fino a maggio accompagneranno le serate iblee. E la campagna abbonamenti è già avviata: da oggi infatti è possibile assicurarsi un posto in platea per tutta la stagione ad un prezzo assolutamente conveniente. Quest’anno la rassegna sarà dedicata al compianto Totò Ottaviano, ex assessore della Giunta Chessari, che 23 anni fa credette nel progetto dell’associazione musicale Melodica. Alla guida della stagione c’è come sempre la direttrice artistica Diana Laura Nocchiero, pianista di fama internazionale che cura il cartellone, proponendo sempre serate e concerti di prestigio, riuscendo a portare sul palco del Teatro Don Bosco artisti di fama mondiale. Da oggi è aperta la campagna abbonamenti che possono essere acquistati presso la Libreria Ubik di Ragusa (dalle ore 10:00 alle 13:00) o dalle ore 19:00 dello stesso giorno del concerto presso il botteghino del teatro. L’abbonamento permette di scegliere il posto in platea e di assistere a tutte le serate della stagione al prezzo assolutamente conveniente di 60 euro se ci si abbona entro il 20 ottobre o di 70 euro se lo si fa successivamente. Inoltre gli abbonati avranno diritto ad uno sconto sul biglietto di ingresso al “Gran Galà della Lirica“, un fuori programma che si terrà sabato 23 dicembre, organizzato in collaborazione con l’Associazione culturale “Italian Opera Live” e che vedrà protagonisti dieci artisti di fama internazionale. “Ci avviciniamo all’inizio della 23^ edizione – commenta la direttrice artistica Nocchiero – e come sempre non vediamo l’ora di incontrare di nuovo il nostro amato pubblico che ci segue con tanto affetto e calore, a cui ogni anno si aggiungono sempre nuovi spettatori, a dimostrazione di quanto desiderio e amore ci sia per la cultura in generale, e per la musica in particolare. Per questo ogni anno ci sentiamo sempre più stimolati ad offrire un programma di altissimo livello e di grande varietà”. Si inizia quindi il 21 ottobre con lo spettacolo “Tango e…dintorni” con i musicisti Gennaro Minichiello al violino, Giovanna D’Amato al violoncello e Fabio Gemmiti alla fisarmonica. Ad accompagnarli la danza passionale dei ballerini Malena Veltri e Luis Delgado. L’ingresso ai singoli concerti è invece di 10 euro (biglietto intero), 5 euro per studenti (i bambini al di sotto degli 8 anni non pagano). Sicuramente un’occasione allettante per i tanti appassionati che non vogliono perdere neanche uno dei sedici straordinari appuntamenti, approfittando di un prezzo assolutamente conveniente. Tutti i concerti in programma avranno inizio alle ore 20.30, ingresso in sala dalle ore 20.00. Per il pubblico di “Melodica” è possibile posteggiare nel piazzale all’interno dell’Istituto Salesiano di Ragusa. Contatti:  Libreria Ubik 0932 258423 / 347 2313605 oppure associazione Melodica 333 4326158 -www.melodicaweb.it – [email protected].

PORTO DI POZZALLO, 400 MILA EURO SEQUESTRATI A IMPRESA

IMG_20170905_154321a

Le Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Ragusa hanno dato esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo emesso dalla magistratura iblea per un valore pari a quasi quattrocentomila euro nei confronti di un imprenditore locale, operante all’interno del Porto di Pozzallo. L’operazione è frutto di una lunga attività di polizia tributaria e giudiziaria intrapresa dai finanzieri della Tenenza di Pozzallo che ha portato alla luce un vorticoso giro di false fatturazioni finalizzate a consentire ad una impresa di Pozzallo di aggiudicarsi un finanziamento del Fondo Europeo per la Pesca, pari a quasi 400 mila euro, per la costruzione di un impianto di erogazione carburante per natanti all’interno del porto. In particolare è stato accertato che l’azienda beneficiaria del finanziamento pubblico altro non faceva che prendere contatti con le reali aziende fornitrici, ordinare gli acquisti e fare in modo che questi venissero solo fatturati a terze aziende compiacenti perché i beni invece arrivavano a reale destinazione. Quest’ultime, denominate in gergo “cartiere” (perché prive di patrimonio e create con l’unico obiettivo di ricevere ed emettere fatture false), fatturavano la merce indicando importi maggiorati nei confronti della società beneficiaria, al solo scopo di farle creare costi compatibili con il credito pubblico ottenuto. Tale espediente truffaldino ha permesso all’impresa di incamerare molti più soldi di quelli necessari per la fabbricazione del nuovo impianto di distribuzione ed ha consentito a due imprenditori disonesti di intascarsi illecitamente una buona fetta del finanziamento. Inoltre, per rendere il tutto più verosimile, le fatture, attestanti acquisti sovrastimati o lavori edili mai eseguiti, venivano pagate a mezzo bonifico, e poi, nell’arco di pochi giorni, i soldi bonificati tornavano nella disponibilità dell’ordinante, mediante fittizi compromessi di acquisizione di quote societarie. L’articolata attività d’indagine, condotta setacciando decina di conti correnti e centinaia di pagine di documentazione contabile ed extracontabile, ha permesso di seguire il flusso di denaro sporco che i due imprenditori avevano già fatto confluire in attività economiche lecite, al fine di dissimulare la provenienza delittuosa. L’autorità Giudiziaria di Ragusa ha emesso un provvedimento di sequestro preventivo per equivalente finalizzato alla confisca di tutti i beni di proprietà e nella disponibilità della società beneficiaria. Diversi sono i beni su cui sono stati apposti i sigilli, tra cui gran parte del patrimonio aziendale, l’intero impianto di distribuzione carburante, un molo galleggiante lungo più di 50 metri e tutte le disponibilità finanziarie contenute sui conti correnti. Gli imprenditori coinvolti, tra cui anche un commercialista, sono stati tutti deferiti all’Autorità Giudiziaria di Ragusa e dovranno ora difendersi dall’accusa di truffa aggravata, evasione fiscale e riciclaggio.

ESTATE IBLEA 2017 – COMUNE DI RAGUSA

estate iblea 2017

16 SETTEMBRE ADDIO ALL’ESTATE – MARINA DI RAGUSA.

22/23/24 SETTEMBRE ore 21:30 RAGUSA JAZZ HAPPENING – RAGUSA, Piazza San Giovanni, Via Roma, Via M. Coffa.

23 SETTEMBRE ore 21:30 QUARTETTO D’ARCHI – RAGUSA IBLA, Sala Falcone Borsellino.

DAL 24 AL 30 SETTEMBRE FESTIWALL —RAGUSA.

27 SETTEMBRE ore 21:30 BELLINI WIND ENSAMBLE – RAGUSA IBLA, Sala Falcone Borsellino.

Nona edizione del Premio “Ragusani nel Fondo”

manifesto 2017 ragusani nel fond

Riceviamo e pubblichiamo: Questa edizione 2017 del Premio “Ragusani nel Fondo” vuole collegarsi a due temi di strettissima attualità: il femminicidio e la discriminazione verso chi vive in maniera libera le proprie relazioni affettive; a questi due argomenti, oggetto di due premiazioni, si affiancano altri due temi che potremmo definire “tradizionali” nell’esperienza di Ragusani nel Fondo: l’emarginazione del Centro Storico e il supporto solidale verso chi vive situazioni di disagio. Associazioni legate a queste problematiche sono state coinvolte nella nona edizione e troveranno nella serata del 9 settembre l’occasione per ribadire il loro impegno sul sociale, le loro modalità di agire, la loro propositività. C’è una Ragusa che resiste, una Ragusa (e un territorio ibleo) che reagisce alle spinte negative, reazionarie e speculative e, per questo, rappresenta quanto di meglio la nostra collettività esprime. Un premio alla memoria verrà dedicato a Claudio Maraia, uno dei fondatori di questa iniziativa, deceduto pochi mesi fa; a Claudio “Ragusani nel Fondo” rimarrà sempre legato e riconoscente. E a proposito di premi, un breve video mostrerà spezzoni della consegna del premio europeo per la pace di Aaachen (Aquisgrana) al Movimento NO MUOS, avvenuta lo scorso 1 settembre nella cittadina tedesca, e ritirato proprio da due attivisti ragusani. L’appuntamento è alle ore 19,30 di sabato 9 settembre come sempre alla Rotonda “Maria Occhipinti” a Ragusa; ci saranno cibo e rinfresco per tutti, banchetti associativi e il piacere di stare assieme, come sempre. Firmato Premio Ragusani nel Fondo

PD RAGUSA: POSITIVA INTESA PER SCONGIURARE LICENZIAMENTI IPERCOOP E CHIUSURA DEL SITO DI RAGUSA

1396118797-peppe-calabrese-senza-di-lui-non-si-va-da-nessuna-parte

Il segretario dell’Unione comunale del Pd di Ragusa, Giuseppe Calabrese, si complimenta con i sindacati di categoria e con l’azienda Ipercoop per il lavoro svolto e per il buon senso manifestato che evita lo spauracchio di perdere ben 273 posti in Sicilia, parecchi dei quali anche nella provincia iblea. “Addirittura – sottolinea Calabrese – per la nostra realtà era paventata la chiusura del sito di Ragusa con un danno gravissimo per l’intero territorio. Auspichiamo, adesso, che i dipendenti possano accettare le condizioni contrattuali di sicuro meno positive rispetto a prima. Ma serviranno per salvare il posto di lavoro. Come Pd di Ragusa eravamo intervenuti durante la fase iniziale della vertenza, solidarizzando con i lavoratori ma soprattutto attivando tutti i canali politici possibili utili a risolvere la vertenza senza perdere occupati. Oggi registriamo questo risultato positivo sulla vertenza Ipercoop e vogliamo a tal proposito rimarcare l’importanza di questo marchio a Ragusa che assieme alle altre realtà della grande distribuzione rappresenta una buona fetta del sistema imprenditoriale locale che crea benessere e dà lavoro”.

Ragusa, termina il viaggio della Summer school

summer school3

“Un’esperienza che contribuisce a sgrezzare diamanti e a sprigionare luce”. È una definizione di una dei 50 iscritti alla Summer school 2017 a descrivere in sintesi il senso di un progetto ambizioso a livello culturale e sociale. Si è conclusa così la Summer School 2017 organizzata dalla Fondazione San Giovanni come capofila. “Il lavoro di integrazione – afferma Tonino Solarino, presidente della Fondazione – deve farsi carico delle ingiustizie di cui i rifugiati sono vittime e, contemporaneamente, non ignorare le paure degli italiani che si sentono a loro volta discriminati e vittime di condizioni di disuguaglianza. Gli italiani non sono diventati tutti razzisti e la loro richiesta di sicurezza e di uguaglianza va ascoltata e non lasciata alle strumentalizzazioni di politici che per ragioni elettorali stanno avvelenando il clima culturale e alimentando violenza”.  “Siamo molto soddisfatti del risultato ottenuto – sottolinea Chiara Facello, responsabile organizzativo della Summer – per l’ampia partecipazione riscontrata. Molti degli iscirtti sono  addetti ai lavori della rete SPRAR. Dunque il percorso formativo è stato utile anche per avere scambi di esperienze tra progetti territoriali. Molti di loro hanno apprezzato l’esperienza della Summer intesa proprio come momento per vedersi e incontrarsi, L’auspicio di tutti è che un tale momento possa ripetersi anche in altre parti di Italia”.

RAGUSA, ART. 1 MDP E SINISTRA ITALIANA LISTA UNICA PER LE REGIONALI: CLAUDIA FAVA PRESIDENTE

art 1 si

Gianni Battaglia, Coordinatore provinciale Art. 1 Mdp, e Resi Iurato, Segretario provinciale S.I., comunicano che si sono incontrate le delegazioni provinciali di Art. 1 Mdp e Sinistra Italiana, le quali hanno manifestato piena soddisfazione per il cammino comune intrapreso e per la formazione di una lista unica per le prossime elezioni regionali.  Art. 1 Mdp e S.I. auspicano che presto possano essere compiutamente  definiti il percorso unitario,  così da poter dare avvio alla campagna elettorale anche attraverso la messa a punto del programma e la formazione delle liste.  A tal fine condividono la scelta di organizzare per il prossimo 10/9 una assemblea regionale alla quale proporre un percorso programmatico e la candidatura di Claudio Fava alla carica di presidente della Regione Siciliana. Le   due formazioni politiche hanno convenuto sulla necessità che vengano sensibilizzate tutte le altre forze rappresentate da associazioni, movimenti e soggetti sociali, oltre che altri partiti, per aggregarli al processo progressista che conduce ad una candidatura unica e vincente che possa realisticamente assumere, in discontinuità con i governi passati, l’amministrazione della martoriata Regione Sicilia. In tale prospettiva Art. 1 Mdp e S.I. si sono determinati ad organizzare, nei prossimi giorni, un’iniziativa per raccogliere le adesioni di tutti tali soggetti interessati affinché essi possano concorrere attivamente alla formulazione del progetto comune. Le due formazioni politiche torneranno ad incontrarsi venerdì 8 settembre 2017 per proseguire il percorso unitario.

Nico Arezzo, giovane cantante ragusano, vince la finale all’arena di Verona del Festival Show

arena verona

Nico Arezzo, giovane cantante ragusano appena 18enne, ieri sera, dinnanzi a migliaia di persone, ha cantato all’arena di Verona vincendo la finale del Festival Show. Nico Arezzo è figlio del maestro Peppe Arezzo e di Emanuela Curcio, danzatrice e direttrice del Mads. Complimenti e auguri da parte dell’associazione “Ragusani nel Mondo” e in particolare dal presidente Franco Antoci e dal direttore Sebastiano D’Angelo.

Fermato transessuale che ha estorto denaro e accoltellato un giovane cliente ragusano

RAIOL BAHIA Christyan

La Polizia ha sottoposto a fermo per estorsione e lesioni aggravate ChristyanCezar Raiol Bahia, 29 anni, nato in Brasile e domiciliato a Milano. Alle ore 01.30 circa di sabato, personale della Squadra Volanti è intervenuto in Corso Vittorio Veneto per una segnalazione di lite in strada. Gli agenti giunti sul posto non constatavano quanto segnalato e continuavano il proprio servizio di controllo del territorio. Dopo pochi minuti il Pronto Soccorso informava la Polizia di Stato di un giovane ferito al braccio da un fendente, probabilmente una coltellata. La Volante si recava al pronto soccorso per ascoltare la vittima che forniva una versione dei fatti confusionaria, come se volesse omettere di raccontare la verità. La Squadra Mobile indirizzava i sospetti subito su alcuni soggetti già oggetto di investigazioni in ordine alla prostituzione e così effettivamente è stato.  Le indagini hanno quindi permesso di ricostruire l’intera vicenda e sottoporre a fermo di Polizia Giudiziaria il cittadino brasiliano. Il giovane cliente ragusano aveva contattato il brasiliano per consumare un rapporto sessuale in un basso del centro storico del capoluogo ibleo. Una volta all’interno dell’appartamento, il transessuale ha chiesto un “regalino” prima di consumare il rapporto sessuale ma il denaro ceduto a dire del brasiliano era troppo poco ed ha chiesto ancora denaro. Il giovane non aveva altro e quindi ha preteso la restituzione della somma, dicendo di voler andare via. Per tutta risposta il brasiliano ha trattenuto il denaro, il cellulare ed ha aggredito il giovane rimasto inerme. Alle continue richieste di restituzione del denaro e del cellulare, il trans ha colpito con schiaffi prima e con fendenti dopo la vittima che, sanguinante, è uscita da casa. Un amico del fermato che dormiva in un’altra stanza dell’appartamento ha dato aiuto alla vittima facendo recuperare il telefono al giovane che subito dopo è fuggito via. La vittima si è poi recata al pronto soccorso per la ferita al braccio dalla quale fuoriusciva molto sangue. Il giovane aveva riferito al medico di essere stato rapinato da due extracomunitari incontrati per strada, dichiarazione mendace per evitare la vergogna di dover raccontare l’intera vicenda. Le indagini hanno permesso di ricostruire l’esatta dinamica dei fatti, anche con la collaborazione dell’amico del fermato che ha reso dichiarazioni congruenti con quanto poi dichiarato dalla parte offesa.

Scroll To Top
Descargar musica